Non c’è inverno che non abbia una fine! La primavera segno di rinascita!

La primavera è una stagione meravigliosa ! ! !

PRIMAVERA

La primavera è una stagione meravigliosa: la natura si risveglia!!!

L’inverno cede il posto gradualmente  a lei, la stagione più amata, la più delicata, la più attesa… e non gli dispiace di cedere il passo a chi, per “diritto naturale”,  giunge in tutto il suo splendore !!!

I primi “segni” della primavera sono chiaramente le gemme degli alberi e delle piante,  che timidamente “vengono fuori” . . . colorando le nostre campagne, offrendoci ampie distese di prati fioriti, ornando i nostri balconi e davanzali, profumando le nostre case.

ramo-di-pesco-550[1]

Esse stanno ad  indicare che, nel lungo inverno, le piante non erano prive di vita, inutili ed inermi ma, nel gelo pungente invernale, nelle “fredde notti interminabili”, hanno vissuto il loro corso naturale, cioè, nei loro rami secchi, “custodivano gelosamente le tenere e preziose gemme”, che erano in loro !!! Lo stupore pervade il nostro animo , donandoci pace e serenità, offrendoci la speranza di un tempo migliore!!!

cielo azzurro

Altro segno caratteristico della sopraggiunta  primavera è il sole splendente, il cielo azzurro, privo di nuvole, il tepore dei primi raggi di sole sul viso, le giornate che lentamente si allungano, l’alba che gradualmente “sorge” prima del solito!

In primavera il sole  è “ansioso di spuntar presto”, dopo il lungo inverno, per donarci più luce possibile in una giornata, mentre le rondini e gli uccelli cinguettano festanti alle prime luci del mattino…

alba in città

Si, sono segni semplici , ma chiari che indica l’arrivo della Primavera!!!

Per quanto tutto ciò possa sembrare, agli occhi di qualcuno, un evento climatico ciclico, già scontato, privo di novità, la Primavera , come ogni stagione, è un grande dono di Dio, che, puntualmente ogni anno, ci offre!!!

Egli, da Padre e Creatore desidera stupirci  con le sue meraviglie, poiché  è “Bellezza pura” !!!

 

Ogni stagione ha il suo fascino, ma la Primavera ha un ”messaggio” tutto speciale, unico : non c’è “inverno” che non abbia una fine, non c’è “letargo”che sia eterno !!!

La natura si risveglia e, dopo il lungo inverno, tutto rinasce, tutto riprende vita: il ghiaccio si scioglie, il gelo gradualmente scompare; il grigiore dei paesaggi invernali è un lontano ricordo, al suo posto giunge la luce del sole, che col suo splendore, da colore e calore ad ogni cosa !!!

La Primavera è segno inequivocabile di speranza: tutto riprende vita !!!

alba in campagna

 

Quale significato spirituale potremmo cogliere dallo splendore della Primavera ? Quale insegnamento potremmo trarre dal questo “dinamismo naturale”, insito nella stagione più bella dell’anno, ?

La Primavera ci insegna:

– che non c’è inverno che non abbia una fine e non c’è letargo che sia eterno,

-che, nel lungo inverno, le piante non sono prive di vita, ma i rami secchi, custodiscono gelosamente le tenere e preziose gemme, che spunteranno ai primi raggi del sole,

– che il ghiaccio si scioglie e il gelo gradualmente scompare;

– che il grigiore dei paesaggi invernali cedono il posto alla luce del sole, che col suo splendore, da colore e calore ad ogni cosa !!!

Il significato spirituale che potremmo dedurre dalla esperienza della primavera lo  possiamo trovare nel profondo del nostro cuore: – Quanti “inverni”, apparentemente lunghi ed interminabili, abbiamo vissuto e poi superato nella nostra vita! – Quante difficoltà, che ci sembravano insuperabili, abbiamo invece vinto! – Quante “prove” la vita ci ha messo dinanzi  ma, con la Grazia di Dio, abbiamo trovato la soluzione!- Quante volte, in situazioni particolarmente drammatiche, abbiamo sperimentato la presenza di Dio, che ha “sciolto” inaspettatamente il “ghiaccio” che era nel nostro cuore! – Quante “notti spirituali” la nostra fede ha vissuto e poi “un alba nuova” è sorta all’orizzonte , attraverso la “Luce dello Spirito” !!!

La Primavera ci insegna che il Signore Dio, il Creatore, l’Autore della vita, non permetterà  mai che nella nostra vita, nel nostro cuore , ci sia un eterno “inverno”, ma farà in modo che ogni difficoltà, ogni situazione complicata e drammatica abbia una nuova  “primavera” !!!

 La nostra vita diventa piena quando “permettiamo” a Dio di operare nella nostra vita con la Sua Grazia, perché dove Egli è presente “torna la vita”, dove Lui passa “fiorisce il deserto”, dove Lui guarda si “rischiara il cielo” e , “in fondo al cuore torna il sereno” !!!

Grazie Signore, per la Tua Presenza nella mia vita! Grazie perché con il Tuo continuo intervento mi dai il giusto sostegno, per affrontare le difficoltà della vita; sei la mia forza!!! 

Resta con noi Signore, sempre, soprattutto negli “inverni”, lunghi e bui, della nostra vita e non permettere che le “prove” ci sovrastino ! Sii Tu con noi Signore, sempre!!!

 

Anna Maria De Matteis

 

 

Annunci

GESU’ E’ L’UNICA VIA CHE CI CONDUCE AL PADRE ! ! !

medjugorje[1]

 Vorrei umilmente offrire un mio semplice commento su una frase che la Madonna, a Medjugorie, ha donato, durante l’apparizione di questo Natale (25 dicembre 2018) al veggente Jakov Colo. La frase che mi ha colpito particolarmente e che desidero ora condividere con voi, è :

“Lui (Gesù) è l’unica via che vi conduce al Padre Eterno “

“Lui è l’unica via che vi conduce al Padre Eterno ” ! ! ! La Madonna , la Madre di Dio, la nostra Mamma Celeste, Maria, con queste parole , sottolinea fortemente come non vi sia altra via che conduce al Padre se non Gesù Cristo ! ! ! Egli è la Via, la Verità e la Vita . Senza Gesù non c’è salvezza ! E ce lo ricorda il giorno del Santo Natale, giorno in cui la Chiesa vive con gioia e riconoscenza il grande ed incommensurabile dono dell’Incarnazione del Suo Figlio Unigenito! Egli, “generato non creato” , eterno Verbo del Padre, “per mezzo del quale tutto fu fatto”, è l’Unico Salvatore ! ! ! Non c’è spazio per la religione universale , che unisce tutte le fedi e ne riconsegna un “minestrone” insipido , al quale tutti gli uomini dovrebbero inchinarsi . Noi cristiani conosciamo la Verità che porta alla salvezza , l’ “unica” Verità che conduce al Padre! Maria, da vera teologa, ci riconduce alla Verità che spesso i teologi ed i Pastori hanno dimenticato o trascurano di annunciarlo agli uomini ! Gesù Cristo è l’ unica Via che ci porta al Padre ! ! ! Non vi è altra Via !

mariaj[1]

Grazie Gesù, perché  attraverso Maria ci ricordi le grandi Verità “Rivelate”.

Non stancarti mai di noi Signore. “Resta con noi Signore, perché si fa sera”.

 

Anna Maria De Matteis

La preghiera, “linfa” vitale, necessità interiore.

Guardando l’immagine di questa splendida chiesetta di campagna o di montagna , non possiamo non desiderare di poter sostare, anche se per un brevissimo tempo, in questo magnifico luogo , immaginando magari una piccola foresteria nel retro , dove poter fare esperienza  di preghiera personale , in un tempo un po’ più prolungato, in tutta tranquillità ed in un silenzio irreale , a ” tu per tu” con il Signore .

vittorina[1]

Ogni buon cristiano è chiamato dal Signore a vivere momenti intensi di preghiera personale con Lui. Spesso Gesù invitava i suoi discepoli, dopo un lungo periodo di apostolato tra la gente , a “stare con Lui” , per “rigenerarsi” interiormente, in “un luogo appartato” . Egli conosce l’uomo ed i suoi limiti, sa infatti che senza l’incontro personale con il Padre, nella preghiera ,difficilmente si può affrontare la vita apostolica.

Gesù stesso , come narrano gli evangelisti, viveva quella  necessità interiore di un “dialogo” personale , filiale ,con il Padre. Egli provava interiormente quel desiderio incontenibile  di conoscere la Sua volontà e di abbandonarsi ad essa. Sin dall’inizio della sua vita pubblica il Signore Gesù cercò sempre un incontro personale con il Padre , con Colui che lo aveva inviato nel mondo, per svolgere la sua missione. Prima di ogni scelta importante , prima di ogni evento prodigioso , prima di ogni azione apostolica significativa, Gesù ” consultava” il Padre per essere in sintonia con Lui e per avere la forza di affrontare con fede gli eventi che si apprestava a svolgere.

Gesù nel deserto

Invitati dunque dal suo stesso esempio , anche noi siamo chiamati a vivere quotidianamente quegli incontri di preghiera personali con il Padre. Quanto più viviamo questa  esperienza vitale di preghiera, tanto più sentiamo in noi l’esigenza di intensificare tali momenti .

La preghiera è la ” linfa ” vitale di ogni cammino di fede,  la “fonte” inesauribile a cui attingere l’ “acqua” della grazia di Dio ,  l’esperienza insostituibile di ogni cristiano .

Boy Praying in Church

 

Per giungere ad un buon livello di preghiera è necessario un esercizio interiore continuo , per orientare il nostro spirito all’incontro con il Signore. E per far questo è utilissima una buona e saggia guida spirituale (un santo sacerdote ,  una persona consacrata, un fratello di fede di provata virtù) che ci aiuti a purificare il nostro cuore da ciò che ostacola il nostro cammino di preghiera.

01-Ragazza_e_Bibbia[1]

 

 

E’ utilissima, inoltre, la lettura di buoni testi cristiani :  Parola di Dio , biografie di santi, testimonianze di fede , libri di preghiere ecc…

 

shutterstock_121722655-998x663[1]

L’estate che sta per arrivare, può essere un tempo propizio per “esercitarsi” nella preghiera, per giungere all’incontro con Dio.

Ritiri , Campi Scuola , Corsi biblici , Esercizi Spirituali, Pellegrinaggi, ecc… sono Oasi vitali per il cristiano che desidera rinfrancare lo spirito ed irrobustire la propria fede . Sono esperienze indispensabili per chi vuole progredire nel cammino di fede.

 

campo scuola parrocchiale

Chi è impossibilitato, per diverse ragioni , a vivere queste esperienze fuori dal proprio luogo di vita, può benissimo viverle nel proprio ambiente parrocchiale , ritagliandosi giornalmente un tempo da dedicare …

  • all’incontro con Dio, nella preghiera,
  • ad una buona e salutare lettura,
  • ad una chiacchierata prolungata con la propria guida  spirituale ,
  • ad una buona confessione sacramentale ,
  • ad una rilassante passeggiata nel verde , sotto un cielo stellato,  al rosso di un tramonto , all’azzurro del mare che riflette il colore del cielo…

 

santuario[1]

Chiediamo dunque al Signore la grazia di poter vivere quest’estate come tempo “propizio” per l’ incontro con Lui , in un rapporto più ravvicinato , più intimo , più profondo , perché il nostro cuore si dilati verso Dio e verso il prossimo ! Egli sia il nostro fedele ” Compagno di strada ” , come lo fu per i discepoli di Emmaus !

Anna Maria De Matteis

 

 

 

 

 

 

UN ORA PER DIRE A GESU’ : TI AMO !

Per portare Gesù nel mondo ed irradiare il suo amore per ogni uomo è assolutamente necessario vivere di Lui , permettere a Lui di riempire i nostri cuori del suo amore, per poi donarlo agli altri, con discrezione ed umiltà .

La “fonte” privilegiata da cui possiamo attingere  l’ “Acqua viva” del Suo amore è la preghiera personale, intima e silenziosa , davanti a Gesù Eucarestia !

 

ostensorio[1]

Adorare Gesù Eucarestia è una esperienza straordinaria! Essere alla presenza di Gesù , Vivo e Vero, riempie il cuore di gioia, di stupore e di gratitudine!

Sin da giovanissima il Signore mi ha fatto dono di vivere la splendida esperienza dell’ Adorazione eucaristica : da bambina, con la mia mamma, nella parrocchia del mio quartiere , tra canti ed inni eucaristici, fiori bellissimi e profumo d’incenso ; da giovane, nei ritiri, campi-scuola , campi di lavoro ; da adulta, nei momenti comunitari , a volte come animatrice o nel dolce silenzio di una Cappella.

Ancora oggi , ogni volta che sono davanti a Gesù Eucarestia, esposto solennemente in chiesa , non è mai per me un esperienza scontata, già vissuta, ma è un ”momento unico e straordinario “ ! Egli è Vivo e Vero , dinanzi a noi, creature piccole, fragili, con mille debolezze .

 

1518015740999_M4[1]

Egli, “divinità infinita”, si degna di “abbassarsi” verso di noi, per raggiungerci e nello stesso tempo di “nascondersi”, nell’Ostia consacrata, perché non fossimo accecati dalla sua splendida grandezza !

Attingiamo dunque con gioia a questa ” fonte” , che con generosità si offre a noi  !  Rispondiamo a questo grande amore , donando a Lui , quotidianamente, un’ora del nostro tempo , per adorarlo !

Un’ora, per essere dinanzi alla Sua adorabile “presenza”, per chiedere a Lui quella grazia spirituale che ci permette di affrontare la vita di ogni giorno con maggiore serenità, sapendo di essere profondamente amati da Lui.

Un’ora, per poter affidare a Lui la nostra vita, il nostro cuore ed affidare la vita dei nostri fratelli, con le loro difficoltà dubbi ed angosce.

Un’ora, per ringraziarlo dei grandi benefici che Egli elargisce a tutti noi, con grande generosità , ogni giorno della nostra vita.

Un’ora per dire a Lui : “ Ti amo “ !

Volto di Gesù

Anna Maria De Matteis